5 Consigli Pratici per un Viaggio Fai da Te a Cuba

Ecco 5 utili consigli per organizzare al meglio il vostro viaggio a Cuba soprattutto se stato progettando un tour con noleggio di un’ auto e state facendo tutto da soli.

  1. Andate a dormire nelle case particular, spenderete una stupidaggine e avrete la possibilità non solo di conoscere tante famiglie ma anche di entrare a far parte del loro mondo, di conoscerlo e di apprezzarlo.
    Le case particular le potete trovare in tutte le città, dalle più grandi alle più piccole. Per riconoscerle basta guardare se sulla porta di casa è presente un simbolo bianco e azzurro con su scritto “arrendador divisa”.
    Non fatevi ingannare da chi vi ferma per strada e vi vuole portare nella propria casa: se la casa particular non è in regola rischiate di essere multati dalla polizia. Infatti sono previste multe salate per chi affitta abusivamente, e quindi senza pagare le tasse, stanze o case agli stranieri.
    Nella maggior parte delle case sarà possibile, oltre alla colazione, fare anche la cena, basterà contrattare il prezzo e il menù. I padroni di casa parlano spagnolo ma ce ne sono tanti che parlano e capiscono anche l’italiano e l’inglese: non avrete problemi a comunicare!
  2. Andate a mangiare nei paladares: sono delle porzioni di casa adibite a ristorante molto caratteristiche e pittoresche; in pratica sono dei piccoli ristoranti a conduzione familiare. In genere sono davvero piccoli, riescono ad ospitare pochi tavoli per circa dieci/dodici coperti.
    Nei paladares potrete assaggiare la tipica cucina cubana: la cucina creola. I prezzi sono davvero abbordabili e il cibo genuino e sempre curato nei minimi particolari.
  3. Se dovete noleggiare una macchina prendetene una non troppo economy: se prendete un’auto troppo piccola rischiate che le valigie non vi entrino nel bagagliaio e se le lasciate in vista potreste rischiare qualche furtarello.
    Attenzione però: non affittate un’auto troppo chic, rischiate di dare nell’occhio!
    C’è anche da dire che ai turisti tendono a dare le solite macchine quindi mettetevi l’anima in pace non passerete inosservati e vi riconosceranno anche da lontano! Al massimo vi chiederanno un passaggio!
  4. Le strade sono una tragedia: la maggior parte non sono asfaltate, sono piene di buche e prive di segnaletica. Non vi avventurate in guide notturne: oltre a non esserci segnaletica non c’è nemmeno illuminazione e quindi potrebbe diventare pericoloso guidare di notte. Cercate di arrivare a destinazione prima che tramonti il sole.
    Ovviamente visto che le strade sono davvero pessime calcolate il doppio del tempo che impieghereste qui in Italia per fare un tragitto!
    Attenzione alle persone sui cigli delle strade che vi chiede passaggi o vi vuole vendere qualcosa, spesso non si fanno troppi problemi a sporgersi un po’!
    In tanti appena riconosceranno che siete turisti, vi chiederanno un passaggio: potrebbe essere utile dare un passaggio in macchina in cambio di indicazioni stradali! È abbastanza tipico chiedere e dare passaggi non solo fra stranieri e cubani ma anche fra cubani stessi. Con un poco di attenzione e con un po’ di buon senso potrebbe essere una bella esperienza.
  5.  Se avete optato per l’auto a noleggio ricordatevi di fare sempre benzina quando trovate un distributore anche se ne avete ancora nel serbatoio: i distributori sono veramente pochi e a volte passano anche più di centinaia di km da un distributore all’altro.
    In questo caso una cartina stradale dettagliata potrebbe esservi utile, non solo per le indicazioni stradali, ma anche per sapere in anticipo dove trovare i distributori di benzina.

{ 6 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }